Previous month:
febbraio 2007
Next month:
aprile 2007

marzo 2007

Basta urlare. Pensiamo!

SpaventoHo conosciuto Benny, al secolo Benedetto Nicolini, qualche tempo fa in radio in occasione di un'intervista relativa alle caricature che quasi quotidianamente disegna per Libero e che più di una volta hanno fatto discutere.

Benny è tornato poi con il suo libro, che potete trovare in edicola, dal titolo Sfacciati e dal quale prendo spunto per scrivere questo post.

Nella prefazione di Vittorio Feltri il direttore afferma che "gli ignoranti ripetono a proposito delle nostre prime pagine: titolazione urlata." Bugia, riflette Feltri, "Le urla impediscono di pensare".

Ecco. Io ho pensato a quelle parole e al fatto che ormai la nostra quotidianità è invasa dalle urla. Si urla in strada, a casa, in ufficio, sui giornali, e soprattutto si urla in televisione.

Ormai se non urli pare che nessuno ti ascolti. Ma in realtà se qualcuno urla lo fa solo per non darti modo di pensare, di riflettere, di controbattere con intelligenza e tu, se cadi nella trappola, ti metti a uralre a tua volta, in un circolo vizioso che ti fa peggiorare ogni gorno.

Grazie Benny. Le tue caricature ironiche mi hanno fatto pensare, perché è nel tratto esagerato di qualcosa che ci caratterizza che si nasconde la nostra natura, ma quando si urla allora ogni tratto diventa talmente esagerato che ogni cosa ci passa sotto gli occhi inosservata. E noi non cresciamo di un millimetro, ma sprofondiamo senza limiti.