Previous month:
settembre 2007
Next month:
novembre 2007

ottobre 2007

La lucida follia della Berté

Loredana_berte__2_tif_bigVoglio complimentarmi ancora una volta con Loredana Berté che, malgrado dopo la mia conduzione di una serata per Italia Uno mi abbia augurato di "rivoltarmi nel letto", resta una donna straordinaria sotto molti punti di vista.

La faccenda dell'hotel di Roma che l'ha fatta passare per aspirante suicida (mentre lei desiderava solo dormire e tenere la stanza oltre l'orario prestabilito) l'ha resa improvvisamente più luicida del solito e tagliente come prima. Forse di più.

Lei dice che non esistono più impresari seri disposti a farla lavorare, e così si è venduta un appartamento per prodursi un disco e ha deciso di cantare solo nelle feste private. Ve la immaginate la Berté a casa vostra durante la festa di compleanno? Sarebbe un regalo bellissimo.

Ma quello che mi ha davvero commosso è il suo desiderio di vincere a San Remo il premio della critica intitolato alla sorella Mimì. Loredana ha ancora voglia di combattere, di vivere, di dare. Non fatela passare per pazza. E' semplicemente un'artista capace di vedere con gli occhi del cuore.


Padre Pio, Padre Pio, ma perché ci casco io?

PpioIl libro di Sergio Luzzatto sul frate di Pietrelcina (Padre Pio. Miracoli e politica nell'Italia del '900) cerca di fare luce su un "santo" molto controverso che addirittura Papa Giovanni XXIII definì come "immenso inganno" capace di fare "un disastro di anime".

Ecco. L'Italia è santa come lo è Padre Pio. Un santo probabilmente farlocco, capace di fare miracoli che non esistono e che poi, per miracolo, riesce a farsi santificare. E' il miracolo italiano. E oggi più di ieri ne abbiamo davvero bisogno.

Perché le cose si aggiustino, però, dovremo davvero tutti votarci a un santo, ma, io, se fossi in voi, Padre Pio lo eviterei.


Federico: ha vinto la rete.

Aldrovandi01gBrava Patrizia. Brava davvero. Patrizia è la mamma di Federico Aldrovandi che due anni fa chiese attarverso un blog la verità su una faccenda drammatica: suo figlio fu fermato dalla polizia e morì in seguito a cosa? Per i poliziotti Federico era in stato confusionale per effetto della droga e si sarebbe procurato le percosse da solo, per la mamma, invece, la verità stava da un'altra parte.

L'altra verità è emersa proprio attraverso il blog e oggi si apre il processo ai quattro poliziotti coinvolti nella brutta faccenda e accusati di eccesso colposo per aver cagionato o comunque concorso a cagionare il decesso di Federico Aldrovandi.

La giustizia farà il suo corso ma intanto la rete ne è uscita vincitrice.

Brava Patrizia. Hai fatto tanto per tuo figlio e per la giustizia. Lui te ne sarà grato per l'eternità.


Cocciante Vs Ortolani

Principe_2Il grande Riz Ortolani si è confrontato quest'anno con un navigato Riccardo Cocciante nella prova di scrittura di un musical che vive più o meno sulla stessa storia. Ortolani ha scritto "Il Principe Della Gioventù". La vera storia d'amore fra Giuliano de' Medici e Fioretta Gorini in una Firenze cinquecentesca in piena congiura dei Pazzi.

Cocciante invece si è dato alla tragedia Shakespeariana raccontando la trita e ritrita vicenda di Giulietta e Romeo e sconvolgendone (a torto) il finale dove Giulietta muore per un infarto (!) e facendo crollare così tutta l'emozione di una storia che per avere un senso compiuto avrebbe dovuto concludersi come il grande scrittore iglese aveva giustamente pensato.

Le storie sono simili, ma le emozioni molto diverse. Ortolani batte Cocciante in pathos, in vivacità di scrittura, nel raccontare una storia nuova. Entrambi invece cadono un po' sui testi (Panella in Romeo e Giulietta mi ha profondamente deluso, anche se lo stimo sempre moltissimo) e in entrambi il cast vede tutti professionisti e cantanti dalle doti fuori dal comune.

Ma ciò che vince, ancora una volta, è l'impatto sul cuore, e in questo senso Edoardo Luttazzi, Simone Sibillano e Graziano Galàtone hanno dato il meglio di loro, con un Simone (Gesù nella versione italiana di Jesus Christ Superstar) che ho trovato molto milgiorato e in forma perfetta.

Il 4 settembre, alla prima del muiscal di Ortolani alla Fenice di Venenzia il pubblico ha applaudito per venti minuti. Qualche sera fa al Forum di Assago il pubblico non vedeva l'ora che l'opera di Cocciante finisse. Davvero noiosa.

Una cosa però va detta. Quando Cocciante è uscito a salutare e ringraziare e ha intonato la canzone principe del musical le cose sono cambiate: un'interpretazione da pelle d'oca che mi ha lasciato di stucco, come mi ha lasciato di stucco l'intera opera di Ortolani.

Insomma. La classe non è acqua. Ortolani vs Cocciante 8 a 6.  Romeogiulietta_3


Azouz Marzouk e la pena di morte

Azouz01gLeggo dai giornali che Azouz Marzouk padre e marito di due delle quattro vittime della strage di Erba, vorrebbe la pena di morte per Olindo Romano e Rosa Bazzi, rei confessi.

Vorrei dire ad Azouz che l'Italia si sta battendo in prima linea per una moratoria per la pena di morte e che quindi la richiesta è fuori luogo.

Fuori luogo e poco credibile, comunque, soprattutto per il fatto che la terribile morte dei suoi familiari sia stata lo strumento per cercare un po' di popolarità insieme a Lele Mora, Fabrizio Corona e tutto questo star system idiota dove si arriva a calpestare i sentimenti per i propri interessi economici.

Capisco la rabbia, il senso di impotenza e anche la voglia di vendetta e di giustizia, ma mi chiedo dove risieda l'onestà morale di un uomo che ha sfruttato un omicidio così efferato per farsi pubblicità.


Parola di Mastella.

Mas_a1Leggo ora una notizia di agenzia:

ROMA - "Saremo leali a Prodi fino alla fine" . Cosi' il ministro Mastella che ha poi sfidato i giornalisti Michele Santoro e Marco Travaglio a rendere pubblici i loro stipendi. "Vediamo se guadagnano piu' o meno di me". (Agr)

Riflettevo: facciamolo questo calcolo, ma consideriamo anche tutte le agevolazioni e tutti i diritti fiscali ed economici ai quali i ministri hanno diritto. Consideriamo proprio TUTTO e vediamo chi guadagna di più.

Sarete leali a Prodi fino alla fine? O piuttosto sarete legati alle poltrone fino alla fine? Mi viene questo dubbio solo perché Mastella ha minacciato più volte le dimissioni. Una sorta di ricatto che ben poco ha a che fare con la parola lealtà.

Accanimento mediatico verso il Guardasigilli? Non credo. Mi domando piuttosto come mai un partito che gode solo del 2% delle preferenze degli italiani sia rappresentato da un ministero fra i più importanti della nostra democrazia.

Insomma, io sulla lealtà di Mastella ho qualche dubbio.


Bernardo, addio!

Orso_marsicano_03Chiamate il RIS di Parma e trovate gli "animali" che hanno ucciso Bernardo, la sua compagna e un suo amichetto. Tre orsi marsicani avvelenati per chissà quale motivo (nei giorni scorsi sono morti per avvelenamento anche due lupi e dieci grifoni).

Gli orsi marsicani sono rarissimi e vanno protetti, come qualunque cosa rara e preziosa. Ricordo quante volte nel Parco Nazionale d'Abruzzo ho sperato di avvistarne uno e quanti appostamenti notturni ha fatto mio fratello per poterlo incontrare.

Addio Bernardo. Sono certo che il tuo spirito e quello dei tuoi compagni stia vagando per il Parco Nazionale a tormentare per sempre l'anima di tutti quegli "animali" che non sanno apprezzare l'Universo in cui vivono.