Codice Internet, simpatico e giovanile.
Le notizie arrivano dal blog

Agli italiani manca la fantasia

TvSono allibito e davvero deluso. Ho creduto davvero che Fantasia, lo show di Canale 5 che ha preso spunto da un format giapponese di grande successo, potesse fare la differenza negli ascolti. Ma non in peggio.

Ho sperato che gli italiani preferissero il sogno alla noia dei reality, la novità allo stravisto. E invece no.

Ho creduto che la scelta di Canale 5 di fare una tv differente dalle solite cose potesse premiare. Ma mi sbagliavo.

Neppure il fatto che in qualche modo le illusioni del "teatro nero" ricordassero, oltre a marionette e burattini, anche gli indimenticabili "Giochi Senza Frontiere" ha potuto fare il miracolo. Fantasia è stato un flop dal punto di vista degli ascolti, ma un successo dal punto di vista dell'immaginazione.

Gli italiani che cercano la qualità, le idee e la creatività l'hanno trovata in quel programma e sono gli stessi che riempiono i teatri dove si esibiscono gli artisti del Le Cirque Du Soléil o quelli che Arturo Brachetti sta portando in giro nel suo Varietà.

La fantasia non è morta. A morire (dentro) sono quelli che scelgono di vedere la noia di tutto il resto.

P.S. Se vi piace sognare, cercate "Fantasia Canale 5" dentro Youtube e godetevi qualche numero.

Commenti

Henry

Il problema Stefano è che gli italiani che he cercano la qualità, le idee e la creatività hanno già da tempo deciso di spegnere la TV ! Quelli rimasti a guardarla sono il popolo bue dei reality, quindi non c'è da meravigliarsi che un programma di qualità venga snobbato. Purtroppo è un circolo vizioso che si autoalimenta

Toti!

Ciao Stefano, condivido il tuo sdegno, ma è proprio la noia della tv spazzatura di questi tempi ad allontanare del tutto l'italiano medio dal piccolo schermo. Di conseguenza, le trasmissioni che meriterebbero un'attenta visione, vengono penalizzate, premiate con bassi ascolti.
Il problema sta alla radice, meno soldi, meno spazzatura, meno informazione controllata, più sapere, più libertà.

I commenti per questa nota sono chiusi.